Cavaso del Tomba

Commercio estero: Sace, Veneto +2,9%

Il Veneto, già seconda regione d'Italia per export, con quasi 62 miliardi di euro, è cresciuta nelle vendite all'estero di un ulteriore 2,9% nei primi 9 mesi 2018, mantenendo ampio potenziale di sviluppo. Nell'anno delle turbolenze dei Paesi emergenti, del rallentamento Usa e delle Brexit, il Triveneto ha fatto una performance d'insieme ancora migliore, +4,3%. Sono i dati illustrati oggi a Vicenza nell'evento con cui Sace Simest ha presentato la Mappa dei rischi 2019, incentrata sui settori e mercati capaci di garantire le maggiori opportunità per l'export. Il Veneto, per gli analisti Sace, ha davanti a se' ancora margini di crescita: nei primi 9 mesi 2018 la meccanica strumentale, i prodotti in metallo e gli apparecchi elettronici hanno fatto registrare tassi di crescita superiori alla media regionale. I 5 settori principali (meccanica strumentale, tessile e abbigliamento, altra manifattura, prodotti in metallo e bevande e alimentari), rappresentano assieme il 70% delle vendite totali all'estero.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie